Le impiallacciature dentali rappresentano una forma di odontoiatria estetica, che consiste in applicazione di un rivestimento o un strato di ceramica pressata, in colore del dente, sulle superfici facciali dei denti con lo scopo di correggere l’usura dello smalto, l’irregolare allineamento, la spaziatura, lo scolorimento e le crepe dei denti.

Faccette dentali estetiche

Qualunque sia la causa, le faccette dentali sono in grado di offrire la soluzione per la maggior parte o addirittura per tutti i problemi estetici dentali, tra cui:

  • Usura dello smalto: nel corso del tempo, la sostanza trasparente che copre il dente (smalto) può usarsi, distruggersi e scolorirsi. Tale usura e scolorimento possono essere naturali oppure risultati di una predisposizione genetica. Comunque, questi effetti spesso derivano dal consumo di bevande analcoliche, tè o caffè, il fumo di sigarette, la somministrazione di alcuni farmaci, ecc.
  • L’usura dei denti: è un processo naturale in stretto collegamento con l’età del paziente. I denti usati sono predisposti alla rottura, screpolatura e hanno un aspetto complessivo irregolare.
  • La genetica: geneticamente alcune persone nascono con una spaziatura anomala tra i denti, che si allarga con l’avanzamento dell’età.
  • Denti irregolari: possono essere il risultato di usura generale dei denti e delle diverse abitudini come bruxismo (digrignamento dei denti).

Faccette dentali di ceramica pressata

Il materiale più adatto utilizzato per la costruzione o creazione di faccette dentali è la ceramica pressata. Ci sono due tipi di faccette dentali in ceramica pressata:

  • No-prep o Lumineers: in questo caso i denti non sono sottoposti a fresatura. Si preleva un impronta dentale e le faccette vengono applicati sui denti senza nessun intervento da parte del dentista. Questo tipo di impiallacciature sono adatte solo in taluni casi: quando il paziente ha i denti con spazi tra loro, o ha denti troppo piccoli, pero ben allineati.
  • Faccette con preparazione o faccette Veneers: il dentista rimuove lo strato superficiale (smalto) tramite uno strumento rotante (fresa dentale) per allineare i denti del paziente, per correggere le anomalie di posizione dei denti e per un corretto posizionamento delle future faccette dentali.

Quando si consiglia l’applicazione di faccette dentali?

L’eliminazione di qualsiasi struttura naturale del dente è irreversibile, quindi all’inizio i dentisti preferiscono offrire ai pazienti le opzioni meno invasive. Se i denti naturali sono funzionali ed esteticamente adeguati, le faccette dentali potrebbero non essere il giusto trattamento.

Tuttavia, se i denti sono usurati o scoloriti, le opzioni possono includere le faccette dentali in ceramica pressata. Le faccette hanno il vantaggio supplementare di durabilità e la comprovata capacità di migliorare l’aspetto della bocca, del sorriso e altre caratteristiche del viso sostenute meglio da una dentatura estetica.

Trattamento sbiancante o faccette dentali?

Le faccette dentali in ceramica pressata possono richiedere modellazione o preparazione del dente trattata. Pertanto, alcuni dentisti raccomandano, prima di tutto, un trattamento sbiancante per i pazienti con i denti leggermente scoloriti e che vogliono un sorriso più bianco e più luminoso. È questa l’opzione meno invasiva in odontoiatria estetica. Se esistono problemi di allineamento, lo sbiancamento può essere combinato con un trattamento ortodontico.

Manutenzione di faccette dentali

Deve essere evitata l’usura esagerata di impiallacciature perché il rivestimento sottile di ceramica pressata può essere danneggiato o rotto. Il dentista può sconsigliare il consumo di alcuni alimenti (ad esempio carote) e può raccomandare l’utilizzo di un dispositivo di protezione durante il sonno, soprattutto nel caso di bruxismo.